News

Aggiornamenti, curiosità ed informazioni sul settore immobiliare e sui servizi di Tutela immobili, U.P.P.I. Magenta ed ICAF Magenta.

Blog

Maria Martello, esperta di mediazione civile, formatrice e massima esponente del modello umanistico-filosofico: "Il vero esito della mediazione civile è quando le parti, oltre a risolvere il conflitto, riprendono la relazione"

Tutela immobili ha intervistato Maria Martello, mediatrice e formatrice alla mediazione per la risoluzione dei conflitti secondo il modello umanistico-filosofico. Ha insegnato Psicologia dei rapporti interpersonali presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, dove ha anche realizzato un master per la formazione dei mediatori professionisti. Già Giudice onorario presso il Tribunale per i minorenni e la Corte d'Appello di Milano. È autrice di vari saggi fra cui il recentissimo "Costruire relazioni intelligenti. A relazionarsi si impara…ma nessuno lo insegna!".

La mediazione civile è una procedura di risoluzione delle controversie alternativa alla giustizia ordinaria. È uno strumento, disciplinato dal D.Lgs. 28/2010, che consente di risolvere le controversie vertenti su diritti disponibili, in maniera semplice, efficace, economica ed in tempi brevi. È amministrata da un mediatore civile professionista, che ascolta ed assiste le parti nella ricerca di un accordo possibilmente conveniente per tutti gli intervenuti. La mediazione civile mira anche a riattivare il dialogo che troppo spesso in presenza di un conflitto si interrompe bruscamente tra le parti.

In quale modo può essere affrontata e gestita una controversia?

"Il conflitto è parte integrante delle relazioni, ha una storia ed una preistoria, fatta di incomprensioni o rancori e può essere affrontato efficacemente con lo strumento della mediazione civile. L'atteggiamento con cui lo si affronta è fondamentale per la sua risoluzione. Non è importante solo risolvere il conflitto, ciò che conta è risolverlo in modo che non ne generi altri. La mediazione civile, se attivata in tempo, evita che il conflitto si esasperi e si amplifichi. Il vero esito della mediazione civile è quando le parti, oltre a risolvere il conflitto, riprendono la relazione e riaprono le vie di comunicazione. Dobbiamo cercare di munirci di strumenti relazionali ad hoc per gestire il conflitto, al fine di non lasciarci sovrastare. La mediazione è un intervento che fa riflettere, va oltre i fatti, dà risalto agli interessi e ai punti di vista di ciascuno. Rispetto alla via giudiziale, che in alcuni casi può gettare le basi per ulteriori conflitti, la mediazione permette di trasformare il conflitto in opportunità per entrambe le parti".

Chi è il mediatore civile e come riesce a rendere le parti protagoniste nel procedimento di mediazione?

"Il mediatore civile è un professionista terzo ed imparziale rispetto alle parti, che accoglie e gestisce il conflitto creando un tempo per occuparsene in uno spazio protetto. Il ruolo del mediatore è importantissimo ed è per questo che la sua preparazione è cruciale. È attraverso la competenza, l'ascolto profondo, l'empatia e la gestione delle emozioni che riesce a coinvolgere le parti e renderle protagoniste, in mediazione si passa così dalla chiusura all'ascolto e dal "parlarsi sopra" alla relazione. Nel corso della mia esperienza professionale mi sono molto dedicata allo studio delle relazioni. Ritengo che le competenze relazionali, che sono di grande aiuto anche per gestire i piccoli e grandi conflitti di ogni genere, possono essere scoperte, allenate ed affinate attraverso riflessioni ed esercizi, come quelli che propongo nel mio libro. Una formazione ai principi della mediazione, a mio avviso, può far maturare un approccio capace di evitare che una quisquiglia degeneri in conflitto".

Si ringrazia Maria Martello, mediatrice, formatrice ed autrice di numerosi saggi dedicati alla mediazione civile.